loading
Ita
Ita
Chiudi
Cerca nel sito

Zaha Hadid

Slamp Designer

Zaha Hadid, fondatrice di Zaha Hadid Architects, ha ricevuto nel 2004 il Pritzker Architecture Prize (considerato il premio Nobel per l’architettura) ed è nota a livello internazionale per le sue opere architettoniche, oltre che per il lavoro teorico ed accademico. Tutti i suoi progetti, dinamici e innovativi, si basano su oltre trent’anni di rivoluzionaria esplorazione nei settori correlati all’urbanistica, all’architettura e al design. In collaborazione con il socio Patrik Schumacher, Zaha Hadid studia con attenzione la connessione tra architettura, paesaggio e geologia; nella realizzazione dei suoi progetti è attenta a integrare la topografia naturale alle strutture create dall’uomo, sperimentando anche tecnologie particolarmente innovative. Questo metodo si esplica quasi sempre nella creazione di forme architettoniche insolite e dinamiche. Il MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma, e il Centro Acquatico di Londra costruito per i Giochi Olimpici del 2012, sono ottime dimostrazioni della ricerca che Zaha Hadid porta avanti per arrivare alla creazione di uno spazio fluido e articolato. Altri edifici particolarmente importanti sviluppati in precedenza, come il Centro per l’Arte Contemporanea Rosenthal a Cincinnati e la Guangzhou Opera House in Cina sono stati interpretati come architetture in grado di modificare la nostra visione del futuro con nuove idee di spazio e forma coraggiose e lungimiranti. Nel 2010 e nel 2011, i suoi progetti sono stati premiati dal Royal Institute of British Architects con lo Stirling Prize, uno dei più alti riconoscimenti del settore architetturale. Recentemente Zaha Hadid è stata nominata “Artista per la pace” dall’UNESCO e ha ricevuto dalla Repubblica Francese il titolo di “Commandeur de l’Ordre des Arts et des Lettres”. La rivista TIME l’ha inserita nell’elenco delle “100 persone più influenti al mondo” e nel 2012 la Regina Elisabetta II l’ha nominata Dame Commander dell’Ordine dell’Impero Britannico.

Collezioni