loading
Ita
Chiudi
Cerca nel sito

FARE IMPRESA È ASSUMERSI RESPONSABILITÀ

Avendo il privilegio di contribuire alla creazione di un modello culturale sostenibile, sistemico e inclusivo, un’impresa è responsabile del proprio impatto sulla società. Portare avanti il proprio progetto in modo sostenibile significa gestire efficientemente e strategicamente le risorse a disposizione, siano esse naturali, finanziarie, umane o relazionali. Così si genera valore per l’impresa contribuendo alla crescita, al miglioramento e allo sviluppo socioeconomico della comunità in cui essa opera e degli attori che ne compongono la catena del valore.
Sostenibilità
Sostenibilità titolo
Si dice spesso di Slamp che riesca a dare forma a volumi tridimensionali fortemente scenografici, che non sarebbe possibile realizzare con altri materiali. Un’affermazione facilmente comprensibile se si osserva più da vicino il processo manifatturiero del brand.

Tutto parte dal taglio a freddo (a lama, non a laser) di tecnopolimeri plastici estrusi in lastre di diverso spessore, tutte estremamente malleabili. Prima di arrivare sulle linee di produzione, dove ad attenderli ci sono le “Sarte della Luce”, i semi-lavorati vengono separati dai ritagli, destinati al riciclo mensile. Il cuore del processo manifatturiero, quello che ci rende tutti bambini con gli occhi sgranati davanti a un gioco di magia, è quello in cui le Sarte della Luce danno forma al prodotto, come ballerine su un palcoscenico, con movimenti fluidi e armoniosi, apparentemente semplici perché operati con sapienza e maestria.
Fatto a mano
Bombi
A dicembre del 2019 Slamp ha consolidato la sua posizione verso un sistema più sostenibile stringendo un accordo di filiera per dare seconda vita agli sfridi di lavorazione delle proprie lampade. Dalla DS Group Srl, azienda partner sul territorio, gli sfridi vengono trasformati in arnie per i bombi. Negli ultimi 2 anni, con le donazioni di Slamp sono state prodotte 140 mila arnie riciclate, che hanno dato una “casa” a circa 18 milioni di bombi.
Bombi
Nel 1988 si scoprì che i bombi erano i migliori impollinatori per i pomodori grazie alla particolare tecnica d’impollinazione per ronzio con vibrazione del fiore. Questa tecnica di “buzz pollination” determina un’abbondante fuoriuscita di polline che in parte viene raccolto dall’insetto ed in parte va a realizzare l’impollinazione del fiore. Oggigiorno l’impollinazione mediante bombi viene applicata in oltre cento diverse colture in tutto il mondo ed è pressoché insostituibile in particolare per i fiori di pomodoro. Una sola visita del bombo su di un fiore di pomodoro è già sufficiente a completarne l’impollinazione.

Nulla si distrugge
Sono i bombi impollinatori a beneficiare in massima parte della trasformazione dei tecnopolimeri di Slamp. A questi ultimi viene data una seconda vita attraverso un processo periodico di riciclo.
3 cicli

Architettura

Un edificio progettato con il duplice scopo di avere il minimo impatto ambientale e migliorare la qualità della vita di chi lo abita. È partendo dal concetto di architettura sostenibile che l’atelier manifatturiero di Slamp è stato realizzato.Perché se sostenibilità vuol dire non intaccare il benessere delle future generazioni, vuole anche dire prendersi cura di quella attuale, sia in termini etici che estetici. In equilibrio tra oggi e domani, la sede di Slamp alle porte di Roma in Italia, è un hub culturale, creativo e produttivo in cui l’isolamento termico la fa da padrone, dove la luce del sole è predominante su quella artificiale, dove i pannelli solari garantiscono energia sufficiente per il suo intero fabbisogno.

Azienda

+39 347 0443443 Contatti Trova Punto Vendita