loading
0
Ita
Chiudi
Cerca nel sito

La Poesia della Luce in Mostra

22 Ottobre - 2019

Fase di taglio a freddo dei tecnopolimeri in lastra prodotti in esclusiva per Slamp.


Verifica dell’integrità delle lame in titanio necessarie per incidere, a freddo e senza emissioni di CO2, le lastre di tecnopolimeri.

Gli operatori specializzati nel taglio del materiale e i Designer del Team Ricerca e Sviluppo Lavorano in sinergia per ottimizzare le rese e abbattere gli scarti di lavorazione.


Precisione e pulizia sono le parole chiave della squadra di operatori di taglio di Slamp.

Sono circa 500 le fustelle nell’archivio produttivo di Slamp: dal 1994 a oggi questo sistema analogico, e a zero impatto ambientale, assicura una velocità di esecuzione da record.


Con il taglio a controllo numerico, eseguito con lame, frese e cordoni, si riescono a realizzare decori irrealizzabili con altri materiali.


La poesia di Slamp si mostra anche nella meticolosa attenzione con cui i circuiti LED brevettati vengono assemblati dagli operatori specializzati direttamente nell’atelier manifatturiero di Pomezia, alle porte di Roma.


Dalle fasi di taglio, i semicomponenti arrivano sulle linee di assemblaggio, dove ad attenderli ci sono le “Sarte della Luce”, donne meticolose che maneggiano i tecnopolimeri come fossero tessuti tra le loro mani.

Il team di designer (nella stessa sede del reparto produttivo) assiste giornalmente le operatrici specializzate per assicurare che l’assemblaggio manuale dei prodotti sia fluido e lineare, senza interferenze o possibili disagi esecutivi.


Le Sarte della Luce acquisiscono una tale capacità di dialogare con il prodotto che già dopo poche settimane sentono una forte affezione nei confronti del modello di cui sono incaricate di seguire la manifattura.


Grazie alla luce naturale protagonista dell’impianto produttivo alle porte di Roma, le Sarte della Luce rilevano imprecisioni e difetti sul materiale procedendo immediatamente a escluderlo dalla linea di assemblaggio.


L’allestimento manuale delle lampade Slamp segue una precisa ritualità che trasforma, tramite tagli, incastri e piegature, una lastra piana di tecnopolimero in un volume tridimensionale, originale e decorativo. In questa foto Clizia Fumè.


Le Sarte della Luce sono spesso protagoniste di workshop presso sedi esterne dell’azienda per mostrare a clienti, curiosi e critici, l’unicità della manifattura di Slamp.

Sono necessari da pochi minuti ad alcune ore per assemblare completamente un prodotto Slamp. Il numero delle componenti di ciascun articolo è estremamente variabile e richiede un elevatissimo livello di precisione.


La ritualità che dà origine ai diffusori decorativi e originali di Slamp viene collaudata dai designer insieme alle Sarte della Luce, per rendere mnemonico il processo e renderlo fluido e piacevole, come comporre un bouquet di fiori.


Sono 23 le linee di assemblaggio presenti nell’impianto manifatturiero di Slamp a Pomezia (Roma, Italia) e tutte affidate a donne meticolose e fiere di essere “madri” di una tale creatura luminosa.

Portando a punto di rammollimento il Lentiflex®, gli operatori riescono a modellare a mano la corolla della lampada a batteria lafleur, rendendo ogni pezzo unico ed esclusivo.


La tecnica di lavorazione di lafleur è stata messa a punto e brevettata come modello di utilità a livello internazionale nel 2019: un altro grande traguardo per la manifattura artigianale di Slamp.

PEDRO SADIO PHOTOGRAPHER

LISBON BASED

La fotografia ha sempre fatto parte della mia vita, grazie all’influenza di mio padre e delle sue storie, lui stesso fotografo amatoriale di cui ho conservato gli scatti, insieme ad una fotocamera degli anni ’70. Il mio rapporto con la fotografia si è evoluto nel tempo, così come le mie percezioni. Ad oggi mi piace quello che vedo da dietro la macchina fotografica, catturando attimi fugaci, ma soprattutto, le storie che posso ricostruire quando metto insieme una serie di immagini. Un’istante, un progetto, un’idea, un volto, portano con sé un racconto visivo che sono entusiasta di raccontare.
Mi piace quello che faccio.”

Condividi:
Fatto a Mano Contatti Trova Punto Vendita